CASERTA, Trasporti carenti, Cisas chiede l’attuazione del piano del 1995

13.11.2020


Il Trasporto casertano, come notorio, è del tutto carente, cosa che crea disagi e danni ai cittadini di tutta la provincia di Caserta.

A tale proposito, il Segretario Provinciale della Cisas, Mario De Florio, ha segnalato la problematica al Prefetto ed al Presidente dell'Amministrazione Provinciale, chiedendo - con la seguente nota - l'attuazione del Piano Trasporto di tutto il Bacino della Provincia di Caserta, redatto nel 1995 dalla Provincia, ma sinora non ancora del tutto attuato :

<<La Provincia di Caserta è notoriamente carente di un Trasporto Pubblico efficiente ed efficace. Lo stesso Piano Trasporti del Bacino del territorio provinciale, pur redatto dall'Amministrazione Provincia nel 1995, è ancora carente.

Nel frattempo, tutte le autolinee private del casertano hanno ridotto la loro funzionalità nonchè il numero effettivo delle corse. Lo stesso capoluogo di Caserta è difficilmente raggiungibile dalle varie località della provincia.

Durante la consiliatura 1975/80, il Consiglio Provinciale di Caserta ebbe ad occuparsi del Trasporto casertano, istituendo la Commissione Consiliare Trasporti, Territorio ed Agricoltura, presieduta dal sottoscritto, all'epoca consigliere provinciale.

La Commissione si occupò di favorire l'accesso dei casertani, anche verso le zone turistiche del matese e della domiziana, creando le basi per la costituzione dell'Azienda Provinciale Trasporti Casertani (APTC), mettendo anche mano al Piano dei Trasporti nella Provincia di Caserta, definito successivamente nel 1995.

Considerate le difficoltà per la popolazione casertana di potersi collegare con le altre province della Regione, compreso il capoluogo di Napoli, ed anche in previsione della prossima stagione turistica, mi permetto evidenziare l'opportunità di creare una effettiva rete di trasporti, magari anche istituendo un'apposita commissione con la presenza di varie realtà sociali e territoriali onde poter rendere reale ed efficiente un trasporto provinciale ed interprovinciale di qualità, come anche programmato dal Piano di cui all'oggetto >>.

La Cisas si augura che le massime autorità della Provincia di Caserta intervengano per eliminare i disagi che i cittadini di tutto il territorio provinciale, specie gli anziani ed i residenti dell'Alto Casertano, che devono necessariamente spostarsi per raggiungere i vari Uffici del casertano e della Regione.